Home Bambini Bambini vittime della strada: 2016 anno nero

Bambini vittime della strada: 2016 anno nero

0 685

Secondo i dati dell’Osservatorio Asaps 53 piccoli morti l’anno scorso, il 26% in più rispetto al 2015

Foto (Flickr CC) "Con te non gioco più" di Jody Sticca

Foto (Flickr CC) “Con te non gioco più” di Jody Sticca

Le piccole vittime di incidenti stradali in Italia sono state 53 nel corso del 2016, 11 in più rispetto all’anno precedente. I bambini, fra gli 0 e i 13 anni, hanno perso la vita in auto (30), camminando (16), su motociclette (4) e andando in bicicletta (3). Il peggioramento del dato fra i piccoli pedoni è netto, perché nel 2015 erano stati in 9 a perdere la vita, rispetto ai 25 del 2014.

Un tristissimo calcolo, quello effettuato dall’Osservatorio Il Centauro – Asaps (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale), che ha raccolto anche i dati relativi ai piccoli rimasti feriti, 1.312, in 1.049 incidenti significativi. La fascia più colpita, sempre secondo Asaps, è quella che va dai 6 ai 10 anni e che conta 23 vittime. Fra i piccolissimi della fascia 0-5 anni le vittime sono state 16, mentre sono stati 14 i decessi nella fascia da 11 a 13 anni. Dei 53 bambini deceduti (nel 2015 sono stati 42 e nel 2014 furono 65), 34 erano maschi e 19 femmine.

La maggior parte degli incidenti è avvenuta nei centri abitati (568, pari al 54%), nei quali hanno perso la vita 21 bambini (erano 13 nel 2015) e 637 sono rimasti feriti. Sulle strade statali e provinciali gli incidenti sono stati 345 (33%), ma si sono altresì contate altre 21 piccole vittime (stesso dato dell’anno precedete), con 489 feriti. Sono stati solo 67 gli episodi sulla rete autostradale, che hanno causato però 6 decessi (nel 2015 le vittime furono 5), mentre 104 bambini hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Da considerare anche i 5 decessi di bambini avvenuti in incidenti nei campi o sulle strade adiacenti mentre erano a bordo di  macchine agricole, o travolti a terra.

Fonte: www.asaps.it – Giordano Biserni

Foto in home page da Flickr CC “Discarded doll” di Avital Pinnick – bit.ly/2pN06zw