Home Biciclette Le due ruote in Emilia–Romagna

Le due ruote in Emilia–Romagna

    1 426

    Approvata la prima legge regionale sulla ciclabilità

    bicycle-1836253_1280Con il voto unanime dell’Assemblea legislativa dell’Emilia–Romagna ha visto la luce la prima legge regionale sulla ciclabilità. Dopo un percorso partito oltre due anni fa con la sottoscrizione di un protocollo tra tutte le associazioni ciclistiche e ambientaliste (dalla FIAB al WWF, passando per Legambiente e UISP), nasce un testo di legge  che – secondo le intenzioni  del legislatore – ha l’obiettivo di rendere le città emiliano–romagnole maggiormente a misura di ciclista e pedoni, incentivando l’utilizzo quotidiano della bicicletta per cittadini e turisti.

    Tante le innovazioni inserite nella legge: la creazione della rete delle ciclovie regionali, un piano economico e di manutenzione per le nuove piste ciclabili, misure per il contrasto ai furti e la creazione di nuove velostazioni che permettano una reale e conveniente intermodalità con il trasporto pubblico. La legge prevede un finanziamento di 10 milioni di euro per il prossimo triennio per nuove piste ciclabili e ciclovie turistiche.

    Già adesso l’Emilia–Romagna ha una rete ciclo pedonale doppia rispetto a quella nazionale, ovvero 10% rispetto a 5%,  e punta ad avere il 20%, mentre nelle aree urbane (in particolare nei comuni con oltre 50mila abitanti dal 2000 ad oggi si è passati da 400 a 1.400 chilometri di piste ciclabili. in Emilia–Romagna le piste ciclabili sono pari a  1.400 km (nel 2000 erano 400 km).

    Leggi qui le slide sulla nuova legge