Home In Evidenza La sicurezza stradale nel 2016: positivi i primi sei mesi dell’anno

La sicurezza stradale nel 2016: positivi i primi sei mesi dell’anno

1 1140

Secondo i dati preliminari di Aci-Istat, dal 1° gennaio al 30 giugno 2016 sono calati le vittime della strada (-4,7%) e, in misura minore, gli incidenti (-0,8%) e i feriti (-0,5%)

incidenti-stradali-aci-istat-2016Qualche luce dopo un anno negativo per la sicurezza stradale. Secondo i dati preliminari di Aci–Istat i primi sei mesi del 2016 hanno visto invertire l’andamento negativo del 2015. Infatti, dal 1° gennaio al 30 giugno 2016 sono calati le vittime (-4,7%) e, in misura minore, gli incidenti (-0,8%) e i feriti (-0,5%). In termini assoluti in Italia si sono verificati 83.549 incidenti stradali con 1.466 morti e 118.349 feriti.
Questo miglioramento rispetto all’anno precedente è stato più incisivo sulle autostrade – dove il numero delle vittime si è ridotto di circa il 15% se confrontato allo stesso periodo del 2015 – rispetto alle strade urbane ed extraurbane dove la diminuzione è inferiore: compresa tra il 2% e il 5%.
Come sottolinea il rapporto pubblicato, questi dati sono ancora più significativi perché il 2016 si presenta come un anno di ripresa della mobilità: le iscrizioni di veicoli nel periodo gennaio-giugno 2016 sono aumentate del 19% rispetto allo stesso periodo del 2015, mentre le percorrenze medie autostradali registrano una crescita del 3,7%.
L’abuso del cellulare mentre si guida e l’eccesso di velocità continuano ad essere le infrazioni più ricorrenti, con un aumento delle contravvenzioni rispettivamente del 25% e del 22%.
E l’obiettivo dell’Unione Europea di dimezzamento dei morti in incidenti stradali nel 2020? A pochi anni dalla conclusione del Programma di azione per la sicurezza stradale 2011-2020, le cui indicazioni sono state riprese dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale Orizzonte 2020, il passo è ancora lento: rispetto al 2010 le vittime sono diminuite del 25,6%.logo

NOTIZIE CORRELATE