Home Incidenti stradali Il 20 novembre si celebra la giornata mondiale in memoria delle vittime...

Il 20 novembre si celebra la giornata mondiale in memoria delle vittime della strada

0 1031

In Italia è stata presentata una proposta di legge per l'Istituzione della Giornata nazionale

accident-1409006_1920La terza domenica di novembre è stata riconosciuta come Giornata mondiale delle vittime della strada da parte delle Nazioni Unite con la risoluzione n. 60/5, adottata dall’Assemblea generale il 26 ottobre 2005, quale «giusto riconoscimento per le vittime della strada e per le loro famiglie» e gli Stati membri e la comunità internazionale sono stati invitati a riconoscerla.

In pratica, è dedicata a ricordare i milioni di persone uccise o ferite sulle strade, le loro famiglie e le comunità, e al contempo a rendere omaggio ai componenti delle squadre di emergenza, agli operatori di polizia e ai sanitari che quotidianamente si occupano delle conseguenze traumatiche della morte e delle lesioni sulla strada. Nel 2015 in Italia, per la prima volta dal 2001, è tornato a crescere dell’1,4% il numero delle vittime sulla strada. Tendenza che purtroppo è in linea con la situazione europea.

Successivamente, con la risoluzione 2010/2235 (INI) del 27 settembre 2011 sulla sicurezza stradale in Europa 2011-2020, il Parlamento europeo ha esortato la Commissione e gli Stati membri a riconoscerla ufficialmente come Giornata mondiale delle vittime della strada, così come hanno già fatto le Nazioni Unite e l’Organizzazione mondiale della sanità. E l’Italia?

Fra i molti Paesi che hanno deciso di celebrarla, manca l’Italia, dove si svolgono solo le iniziative di singole associazioni. Di fronte a questa situazione, il 17 maggio 2016 è stata presentata la Proposta di Legge C.3837 per l’Istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada.

Secondo i promotori, insieme all’obiettivo di “rispondere al grande bisogno delle vittime della strada che vi sia un riconoscimento pubblico della loro perdita e della sofferenza, è necessario che l’Italia, oltre a mettere in campo tutti gli strumenti e ad assumere tutte le iniziative necessarie allo scopo di migliorare la sicurezza degli utenti della strada, riconosca ufficialmente la terza domenica di novembre come Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, al fine di sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica in merito a tale problematica, così come indicato dalla risoluzione del 2011”.

Questo è quanto prevede la presente proposta di legge composta da un solo articolo:

Art. 1.

1. La Repubblica riconosce la terza domenica di novembre come Giornata nazionale delle vittime della strada e promuove ogni iniziativa utile a migliorare la sicurezza stradale e a informare gli utenti, in particolare i giovani, sulle gravi conseguenze di modalità di guida non rispettose del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

2. In occasione della Giornata nazionale di cui al comma 1 sono organizzati, in particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, cerimonie, convegni e altri incontri pubblici finalizzati a:

a) tenere vivo il ricordo delle vittime e manifestare la partecipazione al dolore dei feriti, delle famiglie, degli amici e delle comunità di cui le vittime facevano o fanno parte;

b) rendere omaggio al coraggio e all’abnegazione dei componenti delle squadre di emergenza, agli operatori delle Forze di polizia e ai sanitari che quotidianamente si occupano delle conseguenze traumatiche della morte e delle lesioni causate dagli incidenti stradali;

c) riflettere sul dolore provocato dalla morte e dal ferimento di milioni di persone nel mondo a causa di incidenti stradali;

d) informare sulle gravi conseguenze degli incidenti stradali, anche in termini economici, per le famiglie e per le comunità;

e) sensibilizzare, in particolare i giovani, sul valore della vita umana e sulle drammatiche condizioni in cui versano molti sopravvissuti.