Home Incidenti stradali Pedoni a rischio

Pedoni a rischio

0 125

In quindici anni, dal 2001 al 2015 quasi undicimila morti e trecentomila feriti. I dati di ASAPS

pedoni-incidenti-stradali22 morti e 53 feriti, tutti i giorni dell’anno, comprese le feste e le ferie, per quindici anni consecutivi, dal 2001 al 2015.
Pochi numeri che fotografano in modo drammatico la situazione dei pedoni in Italia: ben 10.940 vittime e 291.044 feriti. Con un indice di mortalità pari a 3,07 casi ogni 100 incidenti, cioè più di quattro volte quello degli automobilisti (0,67).

In particolare, il 2002 è stato l’anno peggiore con 1.226 vittime, mentre la punta più bassa si è verificata nel 2013 con 551 casi. Per quanto riguarda il 2015 – anno nel quale per la prima volta dal 2001, in Italia e in Europa, è aumentato il numero dei morti in incidenti stradali – anche i pedoni vittime della strada hanno toccato il picco più alto del quinquennio con 602 casi (+4,2% rispetto al 2014 e +4,9% rispetto al 2013).Microsoft Word - Documento2

La situazione sta migliorando se si prendono i primi dati provvisori del 2016. Secondo quanto rilevato dalla Polizia stradale e dai Carabinieri, l’anno scorso il numero dei pedoni uccisi in un incidente stradale è diminuito del 12,7%. Mancano ancora i dati delle polizie municipali che rappresentano un elemento quanto mai fondamentale per comprendere e affrontare pienamente il problema. Infatti, secondo l’Istat sono proprio nelle aree urbane che avvengono i tre quarti degli incidenti che coinvolgono pedoni (76,1%), mentre il 21,4% e il 2,5% riguardano strade extraurbane e autostrade.

Per approfondire: 

> Asaps.it
> Repubblica.it