Home Sicurstrada Live 2017 a Sanremo

Sicurstrada Live 2017 a Sanremo

18342500_1234409983322849_4510401296632339623_nUna nuova tappa di Sicurstrada Live. Questa volta a Sanremo dove, giovedì 11 maggio, Unipolis ha incontrato gli studenti del Liceo “G.D. Cassini” per parlare di guida corretta e nuova mobilità.

Nel 2016 (fonte Polizia Municipale) si sono verificati nel Comune ligure 470 incidenti stradali, che hanno causato la morte di 2 persone e il ferimento di altre 344. Rispetto al 2015, diminuiscono sia gli incidenti con lesioni a persone che i feriti, in linea con le variazioni rilevate a livello nazionale sulla base dei rilievi riferiti ai primi sei mesi dell’anno. Analizzando la fascia d’età degli under 30, i dati rilevati dalla Polizia Municipale mettono in evidenza come dal 2015 al 2016 i feriti – complessivamente diminuiti da 369 a 344 – fra i 21 e i 30 anni sono passati da 60 a 57, mentre quelli fra gli 11 e i 20 anni sono cresciuti da 47 a 49. Questi dati evidenziano l’importanza di proseguire gli sforzi per organizzare una viabilità e un assetto del territorio in grado di garantire più sicurezza e, quindi, una migliore qualità della vita. In questo contesto, la Fondazione Unipolis e Unipol, con il progetto Sicurstrada, sviluppano il loro impegno per far crescere la cultura della sicurezza stradale mettendo al centro gli utenti più vulnerabili della strada: pedoni e ciclisti, così come verso i giovani che, insieme agli anziani, sono quelli maggiormente colpiti.

Nell’incontro di Sanremo gli alunni delle classi quarte si sono confrontati con amministratori pubblici, polizia municipale ed esperti sulle tematiche più rilevanti della sicurezza stradale: rispetto delle regole, comportamenti corretti, rischi sempre più frequenti causati dall’abuso della tecnologia come ad esempio l’utilizzo del cellulare durante la guida, abuso di alcol e sostanze stupefacenti. Inoltre si è parlato di mobilità sostenibile, soprattutto all’interno delle aree urbane.

Ha introdotto l’incontro la dirigente scolastica del Liceo Cassini Enrica Minori, che ha esortato i ragazzi ad essere cittadini più consapevoli: “una guida non sicura porta danni enormi, che spesso non immaginiamo. La consapevolezza e la responsabilità invece sono fondamentali. Oggi le strade sono molto più pericolose rispetto a 10 o 20 anni fa“.

Sicurezza stradale significa rispettare le regole del codice della strada, ma declinandola con la mobilità sostenibile il discorso si allarga e si completaUnipolis – ha detto il responsabile del Progetto Sicurstrada Fausto Sacchellifa incontrare istituzioni, rappresentanti della polizia municipale, esperti e ragazzi per provare ad immaginare insieme un nuovo modo di pensare la mobilità del futuro e quindi delle città in cui viviamo“.18342133_1234410033322844_2847821754058837137_n

Una buona amministrazione deve saper prevenire gli incidenti stradali e verificare che le strade siano consone al traffico“, ha detto Eugenio Nocita Assessore ad Ambiente e Sport del Comune di Sanremo che ha partecipato all’incontro. “Utilizzate le vostre gambe per venire a scuola, – ha continuato Nocita rivolgendosi agli studenti – muovetevi di più a piedi, sia in un’ottica di maggiore sicurezza che per il vostro benessere psicofisico“. “A Sanremo stiamo portando avanti un progetto di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale: vogliamo prevenire e non dare multe“, ha dichiarato il Comandante della Polizia Municipale Claudio Frattarola, anche lui presente al Liceo Cassini. Nella nostra città - ha aggiunto Frattarola - ci sono troppi incidenti stradali che coinvolgono i conducenti di veicoli a due ruote e i pedoni. La fascia d’età più colpita è quella tra i 18 e i 25 anni“.

Momento cruciale della mattinata l’intervento di Giordano Biserni, presidente di Asaps – Associazione sostenitori ed amici della Polizia Stradale: “Sulla nostra Terra ogni anno ci sono 1.250.000 morti sulla strada: ogni giorno più di 3.000, in Italia 9. “Tra le cause principali – ha detto Biserni agli studenti – c’è la distrazione alla guida e in questo contesto il cellulare può essere definito la sbornia del terzo millennio“. “Noi della Polizia Stradale, ha concluso Biserni – non vogliamo più suonare di notte il campanello di una casa per dire che un ragazzo, un figlio, un fratello non tornerà più”.

Durante l’incontro i ragazzi, molto partecipi, hanno posto le proprie domande agli esperti e attraverso i contenuti raccolti realizzeranno un servizio per Radio Jeans. Infine, gli studenti si sono messi alla prova con il simulatore di guida Safety Drive in grado di ricreare molte delle situazioni di criticità nelle quali ci si può trovare se non si adottano comportamenti corretti alla guida. Come ogni volta che Unipolis incontra gli studenti, il simulatore di guida è stato donato alla scuola per continuare la formazione.

I contenuti dell’iniziativa sono stati diffusi in rete attraverso la pagina Facebook e l’account Twitter del progetto Sicurstrada.

Visualizza la locandina
> Leggi il comunicato stampa

> Rassegna stampa

cru-unipol.it – 4 maggio 2017
* ligurianews.com – 9 maggio 2017
* sanremonews.it – 9 maggio 2017
bordighera.tv – 9 maggio 2017
247.libero.it – 9 maggio 2017
* rivierapress.it – 9 maggio 2017