Brexit e sicurezza stradale: un capitolo aperto e pericoloso

Info

Normativa stradale

​​​Fonte: Etsc.eu


Social media

Nell'approfondimento dell'European Transport Safety Council, network europeo di cui Fondazione Unipolis con sicurstrada è membro dal 2020, l'analisi dell'impatto sulla sicurezza stradale delle nuove relazioni tra Unione Europea e Regno Unito.

Il periodo di transizione è terminato e un accordo è stato siglato. Quali saranno adesso le implicazioni sulla regolamentazione e la cooperazione tra UE e Regno Unito in materia di sicurezza stradale?

Come prima cosa, la legislazione dell'UE sull'applicazione transfrontaliera delle infrazioni stradali non si applica più, il che significa che il Regno Unito non applica le sanzioni stradali come le multe per eccesso di velocità sui conducenti stranieri. Lo stesso vale per gli Stati membri dell'UE rispetto ai conducenti del Regno​​ Unito. Eventuali nuovi accordi bilaterali tra il Regno Unito e gli Stati membri dell'UE potrebbero cambiare la situazione in futuro.

Un'altra problematica significativa e immediata è in tema di malfunzionamenti dei veicoli e relativo richiamo. Il Regno Unito in passato ha più volte allertato gli Stati membri dell'UE in merito a gravi difetti dei veicoli immessi su strada e viceversa l'UE. Ma il Regno Unito adesso non fa più parte del sistema di allarme rapido Rapex EU / SEE. Con l'accordo siglato UE e Regno Unito si impegnano in futuro a stabilire un metodo univoco per lo scambio di dati, ma questo problema non è di facile risoluzione.

Il Regno Unito non è più soggetto inoltre alle nuove norme dell'UE sulla gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali e non concorre più all'obiettivo europeo di riduzione del 50% dei morti e dei feriti sulla strada entro il 2030. Attualmente non ha un obiettivo proprio equivalente, ma si è impegnato a ​raggiungere l'obiettivo globale stabilito nella recente Dichiarazione di Stoccolma

Il Regno Unito non fornirà più dati dettagliati sulle vittime della strada e sulle lesioni gravi per il database EU CARE, una fonte importante per il benchmarking​ delle prestazioni in tema di sicurezza stradale in Europa. Tuttavia, il Regno Unito continuerà a collaborare con altre organizzazioni internazionali come l'International Transport Forum e il programma Road Safety Performance Index dell'ETSC.

Nel campo della regolamentazione dei veicoli, il Regno Unito sta istituendo un proprio sistema di omologazione. I veicoli ora dovranno soddisfare sia gli standard del Regno Unito che quelli dell'UE se devono essere venduti in entrambi i mercati. L'eccezione è per l'Irlanda del Nord dove sarà ancora possibile vendere un veicolo con la sola omologazione UE.

Per il momento le omologazioni dell'UE vengono convertite in quelle del Regno Unito in un processo relativamente semplice, ma ciò potrebbe cambiare quando il Regno Unito abbandonerà il sistema temporaneo attualmente in vigore. I produttori con sede nel Regno Unito dovranno ottenere l'approvazione dell'UE da un'autorità di omologazione con sede nell'UE per tutti i nuovi tipi di veicoli in futuro, nonché l'approvazione del Regno Unito per la vendita nel suo territorio.

Il governo del Regno Unito ha recentemente affermato che applicherà le nuove norme dell'UE sulla sicurezza dei veicoli che entreranno in vigore dal 2022 che impongono nuove tecnologie come la frenata di emergenza automatizzata e l'assistenza intelligente della velocità. Ma la posizione del Regno Unito al riguardo è in realtà poco chiara.

È probabile che il costo dei nuovi veicoli nel Regno Unito aumenti a causa degli ulteriori oneri normativi e logistici della Brexit, che potrebbero potenzialmente rallentare il rinnovo della flotta verso veicoli più moderni e più sicuri. Secondo quanto riferito, alcuni produttori hanno già aumentato i prezzi di listino nel Regno Unito.

Grazie all'accordo, alcune normative sui trasporti che incidono sulla sicurezza rimarranno per il momento sostanzialmente invariate. Gli autocarri del Regno Unito che operano nell'UE, e viceversa, dovranno ora seguire le regole stabilite nell'accordo - che rispecchiano la legislazione dell'UE esistente su temi come le ore di guida, i tempi di riposo, i certificati di competenza professionale, l'uso di tachigrafi e le dimensioni dei veicoli. Se una delle parti intenderà applicare regole aggiornate o diverse in futuro, ciò sarà soggetto a negoziazione. Per il traffico degli autobus, entrambe le parti hanno deciso di basare le operazioni future in gran parte sull'accordo Interbus esistente che disciplina il trasporto di passeggeri su strada tra i paesi dell'UE ed extra UE.

È stato inoltre concordato che il Regno Unito continuerà a partecipare al programma di finanziamento della ricerca Horizon Europe, il programma di punta dell'UE da 80 miliardi di euro, come membro associato pagante per sette anni. Tuttavia, il Regno Unito non avrà voce in capitolo sulla strategia generale del programma.

Ellen Townsend, Policy Director dell'ETSC ha commentato:

"Il Regno Unito e l'UE non avranno strade più sicure come esito di questo accordo. Esistono diverse lacune come l'applicazione transfrontaliera e le incognite rimarranno anche quando verrà riavviata la condivisione dei dati sui richiami dei veicoli. La competenza e la leadership del Regno Unito in materia di sicurezza dei trasporti mancheranno nei dibattiti dell'UE. Guardando al futuro, ci auguriamo che l'UE e il Regno Unito instaurino una buona cooperazione e che i vari nuovi gruppi di lavoro siano aperti e trasparenti e che le ONG abbiano un posto a questi tavoli. Il mondo ora ha un altro regime di regolamentazione della sicurezza dei veicoli. Ci auguriamo che il Regno Unito sfrutti questa opportunità per mettere in atto standard di sicurezza che vadano oltre rispetto ai nuovi standard dell'UE 2022/4 ed evitino invece una corsa al ribasso. La loro eventuale scelta di abbassare gli standard di sicurezza per raggiungere un accordo commerciale con gli Stati Uniti resta il principale pericolo".


Info

Normativa stradale

​​​Fonte: Etsc.eu


Social media

 

 

Unipolis nell’Expert Panel del Progetto "LEARN!"Unipolis nell’Expert Panel del Progetto "LEARN!"Educazione alla mobilitàhttps://www.sicurstrada.it/focus/unipolis-nell’expert-panel-del-progetto-"learn-"LEARN!, acronimo di Leveraging Education to Advance Road safety Now! è un progetto dell'European Transport Safety Council01/03/2021 16:08:20022807Fare leva sull'istruzione per promuovere la mobilità sicura e sostenibile È questa l'importante missione racchiusa dentro l'acronimo LEARN Una missione a cui Fondazione Unipolis si aspx22htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/ORA_LEARN.png" style="BORDER:0px solid;" />
Legambiente presenta Pendolaria 2021Legambiente presenta Pendolaria 2021Mobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/legambiente-presenta-pendolaria-2021La libertà di muoversi in treno17/02/2021 16:45:47022806Zero km di nuove linee metro inaugurati negli ultimi 2 anni Passeggeri in crescita su treni regionali e metro nell'Italia pre-pandemia, ma con differenze importanti tra Nord e Sud aspx138htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/pendolaria%202021.png" style="BORDER:0px solid;" />
La New Mobility tra i Macro Trend emergenti ad alto impattoLa New Mobility tra i Macro Trend emergenti ad alto impattoMobilità futurahttps://www.sicurstrada.it/focus/la-new-mobility-tra-i-macro-trend-emergenti-ad-alto-impattoL'analisi dell'Osservatorio Reputational & Emerging Risk del Gruppo Unipol10/02/2021 17:32:12022805L'Osservatorio Reputational & Emerging Risk del Gruppo Unipol è un presidio strutturato sui rischi emergenti e reputazionali con un approccio strategico e proattivo, volto ad aspx373htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/new%20mobility_macro%20trend_pic2.png" style="BORDER:0px solid;" />
Brexit e sicurezza stradale: un capitolo aperto e pericolosoBrexit e sicurezza stradale: un capitolo aperto e pericolosoNormativa stradalehttps://www.sicurstrada.it/focus/brexit-e-sicurezza-stradale-un-capitolo-aperto-e-pericoloso​Nell'approfondimento dell'European Transport Safety Council l'analisi dell'impatto sulla sicurezza stradale delle nuove relazioni tra Unione Europea e Regno Unito.29/01/2021 14:30:19022804Nell'approfondimento dell'European Transport Safety Council, network europeo di cui Fondazione Unipolis con sicurstrada è membro dal 2020, l'analisi dell'impatto sulla sicurezza aspx303htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/brexit_sicurezza%20stradale.png" style="BORDER:0px solid;" />
Mobilità sostenibile: presentata la nuova strategia europeaMobilità sostenibile: presentata la nuova strategia europeaMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/mobilità-sostenibile-presentata-la-nuova-strategia-europeaUna trasformazione fondamentale dei trasporti: la Commissione europea presenta il suo piano per una mobilità verde, intelligente e a prezzi accessibili.25/01/2021 12:02:20022803 trasformazione fondamentale dei trasporti: la Commissione europea presenta il suo piano per una mobilità verde, intelligente e a prezzi accessibili I trasporti sono stati uno dei aspx337htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Sustainable%20and%20Smart%20Mobility%20Strategy_EU_dic2020.png" style="BORDER:0px solid;" />
Incidenti stradali: i dati preliminari 2020Incidenti stradali: i dati preliminari 2020Incidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/incidenti-stradali-i-dati-preliminari-2020Incidenti stradali: i dati preliminari 202021/01/2021 09:12:04022801Nel contesto della crisi sanitaria ed economica esplosa nel 2020, la mobilità e l'incidentalità stradale hanno subito cambiamenti radicali, con possibili effetti anche nel aspx302htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Istat_incidenti%20stradali_stima%202020.png" style="BORDER:0px solid;" />
La mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.La mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.Educazione alla mobilitàhttps://www.sicurstrada.it/focus/la-mobilità-che-cambia-nelle-idee-dei-ragazzi-di-o-r-aLa mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.16/02/2021 11:09:43022800Proseguono le attività laboratoriali delle studentesse e degli studenti del Progetto O.R.A. - Open Road Alliance Continuano gli appuntamenti con i laboratori virtuali del Progetto aspx69htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_ora.png" style="BORDER:0px solid;" />
Il quarto rapporto nazionale sulla sharing mobilityIl quarto rapporto nazionale sulla sharing mobilityMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/il-quarto-rapporto-nazionale-sulla-sharing-mobilityIl quarto rapporto nazionale sulla sharing mobility21/01/2021 15:35:23022802Arriva anche quest'anno l'appuntamento con la pubblicazione del Rapporto nazionale sulla sharing mobility Il Rapporto, giunto alla sua quarta edizione, rappresenta uno dei prodotti aspx51htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/quarto%20rapporto%20sharing%20mobility.png" style="BORDER:0px solid;" />
Monopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezzaMonopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezzaMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/monopattini-elettrici-in-europa-status-giuridico-utilizzo-e-sicurezzaMonopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezza15/10/2020 14:59:37022799Mobilità sostenibile ​SCARI​CA IL REPORT A partire dal contributo dei suoi membri, FERSI (Forum of European Road Safety Research Institutes) ha realizzato un rapporto aspx982htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/monopattini_elettrici_fersi_escooters.png" style="BORDER:0px solid;" />
Disabilità e mobilità sostenibile: come sarà l'Italia del 2060Disabilità e mobilità sostenibile: come sarà l'Italia del 2060Mobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/disabilità-e-mobilità-sostenibile-come-sarà-litalia-del-2060La nuova ricerca di Fondazione Unipolis15/10/2020 14:53:38022798Mobilità sostenibile ​​scarica la ricer​ca Il nostro Paese sarà meno affollato (55 milioni di abitanti rispetto ai 60 milioni attuali, -10%) e caratterizzato da un invecchiamento aspx125htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_paradosso_mobilità.png" style="BORDER:0px solid;" />
Il paradosso della mobilitàIl paradosso della mobilitàMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/il-paradosso-della-mobilitàL'appuntamento di Unipolis e Sicurstrada per il Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS e la Settimana Europea della Mobilità 202018/09/2020 07:08:36022797La mobilità delle persone con disabilità al centro dell'incontro organizzato da Fondazione Unipolis per il Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS - Alleanza Italiana per lo aspx239htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Il%20paradosso%20della%20mobilità_unipolis_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" /><img alt="" src="/PublishingImages/focus/Il%20paradosso%20della%20mobilità_unipolis_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
Meno morti sulle strade nel 2019Meno morti sulle strade nel 2019Incidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/meno-morti-sulle-strade-nel-2019Il report ACI-ISTAT sugli incidenti stradali in Italia nel 201923/07/2020 14:07:25022796Nel 2019 diminuiscono del 4,8% le vittime sulle strade italiane, in calo anche incidenti e feriti Aumentano le vittime fra i ciclisti e i motociclisti Fra gli under 24 e gli over 85 aspx1245htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/bici_aci_istat_sicurstrada_unipolis_incidenti_stradali_2020.png" style="BORDER:0px solid;" />