Qualità dell’aria e politiche di mobilità: il rapporto MobilitAria 2018

Info

Mobilità sostenibile

Materiali scaricabili

​​MobilitAria ​2018



Social media

​​Occorrono misure strutturali che portino a un trasporto pubblico più verde, una mobilità a basso impatto ambientale con una forte spinta verso i mezzi elettrici o a gas". Questo è quanto affermato da Nicola PirroneDirettore del CN​R-IIA (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto sull'Inquinamento Atmosferico), nell'ambito della presentazione di MobilitAria 2018, il Rapporto curato dal suo Istituto – in collaborazione con Kyoto Club - e presentato lo scorso 16 febbraio in occasione della conferenza “Cambiamenti ​climatici, politiche di mobilità e qualità dell'aria nelle grandi città italiane".

Lo studio ha l'obiettivo di tracciare un quadro dettagliato d​ell'andamento della qualità dell'aria e della mobilità urbana – che vanno per ovvi motivi di pari passo – nelle 14 Città Metropolitane italiane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia), nel decennio 2006-2010.

Il settore della mobilità è uno dei maggiori responsabili per le emissioni di gas climalteranti e va monitorato molto più di quanto sia stato fatto finora - ha sottolineato Catia Bastioli, Presidente di Kyoto Club. Oggi non esiste una ​raccolta sistematica dei provvedimenti di mobilità e dei dati sulla qualità dell'aria – a partire dalle 14 Città metropolitane – che renda possibile incrociare le statistiche e ragionarne sulle correlazioni. Questo dunque – secondo Kyoto Club e CNR-IIA – è l'obiettivo principale di MobilitAria: rendere lo studio “permanente" ed estendere il lavoro alle nuove Città Metropolitane ed a tutte le città capoluogo".

Entrando nel dettaglio dei risultati, emerge ad esempio che Cagliari e Reggio Calabria sono le città dove per gli spostamenti quotidiani si preferisce di più l'auto (scelta dall'80% di chi si sposta ogni giorno), seguite da Catania e Messina (che sfiorano il 70%). Genova, invece, è la città dove l'auto si usa di meno (33%), seguita da Milano, Venezia, Firenze e Napoli (tutte sotto il 40%). Genova e Firenze si contraddistinguono però per l'utilizzo del ciclomotore (oltre il 20%).

Nella classifica delle città dove ci si sposta di più a piedi, invece, Napoli occupa la prima posizione, seguita da Venezia, Bari, Palermo e Catania. Proprio la città ai piedi dell'Etna fa registrare nel rapporto il più alto tasso di motorizzazione (684 veicoli ogni 1.000 abitanti), seguita da Cagliari e Torino. Roma ha un tasso di motorizzazione molto elevato (612 veicoli ogni 1.000 abitanti) ma dal 2006 al 2016 è diminuito del 13%.

In tema di TPL (trasporto pubblico locale) Milano, con un tasso di crescita del 14% rispetto al 2006, ha l'offerta più convincente (scelto dal 38% degli utenti per gli spostamenti quotidiani), seguita da Genova. Le città più deboli sul tema (meno del 10% della ripartizione modale degli spostamenti) sono Catania, Cagliari, Palermo, Messina, Reggio Calabria e Bari.

Firenze, Venezia Mestre, Milano e Bologna: questa la classifica delle città dove si pedala di più. Tuttavia, nonostante l'aumento generale dei km di piste ciclabili fatto registrare ovunque, in nessuna delle città analizzate, la bicicletta è scelta da più del 10% degli utenti per i propri spostamenti quotidiani.

Anche ZTL e varchi di controllo crescono ovunque: Milano ha la zona a traffico limitato più estesa, mentre Catania quella meno estesa. Crescono anche le aree pedonali, ma nella maggior parte delle città si aggirano sul limite dei 0,50 mq per abitante, con Reggio Calabria e Genova che presentano le aree meno estese (intorno allo 0,010 mq per abitante).

La sharing mobility è una delle risposte che le città hanno voluto dare in questi anni in tema di mobilità. Il car sharing a flusso libero (con veicoli elettrici presenti in molte delle flotte) è attivo e funzionante a Milano, Roma, Torino, Firenze e Catania. Ma in molte altre città è presente almeno quello station based, seppur con poche auto. Luci e ombre per il bike sharing, che funziona solo a Milano e Torino, in altre è debole o addirittura non esiste più (come a Roma).

Dal Rapporto emerge di più che Milano è la città che ha saputo innovare e realizzare in tema di mobilità sostenibile. Ma resta critica la qualità dell'aria e la congestione a scala metropolitana, aspetto comune con le città della pianura padana. Mentre Roma è tra quelle che negli ultimi 10 anni non ha dato adeguato impulso alla mobilità sostenibile e i problemi di qualità dell'aria ed accessibilità ne risentono. Le città del Sud devono invece recuperare terreno per muoversi in modo più sostenibile.

Il Rapporto fissa anche alcuni obiettivi che andrebbero raggiunti entro il 2025 in Italia:

  • Mobilità pedonale: dal 17% al 25%
  • Mobilità ciclabile: dal 3,5% al 10%
  • Trasporto collettivo locale (tpl, taxi, carpooling): dal 13,5% al 20%
  • Servizi treni regionali e locali: far crescere del 20% gli utenti
  • Crescita della sharing mobility: TdM max 50 auto/100 abitanti
  • Veicoli elettrici: 30% delle vendite totali

“Bisogna ripensare la governance delle città in modo globale, a 360 gradi, con un progetto di interventi strutturali che miri a decarbonizzare l'economia, e quindi i sistemi di trasporto e di riscaldamento che rappresentano le due maggiori fonti di inquinamento atmosferico per molte città italiane. Per ridurre l'inquinamento nelle città – ha ribadito Nicola Pirrone – si deve pensare ad un piano nazionale strategico che includa una serie di misure che sono di responsabilità sia di enti locali che su scala nazionale".

Info

Mobilità sostenibile

Materiali scaricabili

​​MobilitAria ​2018



Social media

 

 

Auto del futuro: impatti positivi e criticitàAuto del futuro: impatti positivi e criticitàMobilità futurahttps://www.sicurstrada.it/focus/auto-del-futuro-impatti-positivi-e-criticitàPer i laboratori del Progetto O.R.A. - Open Road Alliance l'intervento di Luca Studer, responsabile del Laboratorio Mobilità e Trasporti del Politecnico di Milano.17/03/2021 10:32:23023301Per i laboratori del Progetto O.R.A. - Open Road Alliance l'intervento di Luca Studer, responsabile del Laboratorio Mobilità e Trasporti del Politecnico di Milano aspx50htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/auto%20del%20futuro_luca%20studer.png" style="BORDER:0px solid;" />
Unipolis nell’Expert Panel del Progetto "LEARN!"Unipolis nell’Expert Panel del Progetto "LEARN!"Educazione alla mobilitàhttps://www.sicurstrada.it/focus/unipolis-nell’expert-panel-del-progetto-"learn-"LEARN!, acronimo di Leveraging Education to Advance Road safety Now! è un progetto dell'European Transport Safety Council01/03/2021 16:08:20022807Fare leva sull'istruzione per promuovere la mobilità sicura e sostenibile È questa l'importante missione racchiusa dentro l'acronimo LEARN Una missione a cui Fondazione Unipolis si aspx69htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/ORA_LEARN.png" style="BORDER:0px solid;" />
Legambiente presenta Pendolaria 2021Legambiente presenta Pendolaria 2021Mobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/legambiente-presenta-pendolaria-2021La libertà di muoversi in treno17/02/2021 16:45:47022806Zero km di nuove linee metro inaugurati negli ultimi 2 anni Passeggeri in crescita su treni regionali e metro nell'Italia pre-pandemia, ma con differenze importanti tra Nord e Sud aspx310htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/pendolaria%202021.png" style="BORDER:0px solid;" />
La New Mobility tra i Macro Trend emergenti ad alto impattoLa New Mobility tra i Macro Trend emergenti ad alto impattoMobilità futurahttps://www.sicurstrada.it/focus/la-new-mobility-tra-i-macro-trend-emergenti-ad-alto-impattoL'analisi dell'Osservatorio Reputational & Emerging Risk del Gruppo Unipol10/02/2021 17:32:12022805L'Osservatorio Reputational & Emerging Risk del Gruppo Unipol è un presidio strutturato sui rischi emergenti e reputazionali con un approccio strategico e proattivo, volto ad aspx649htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/new%20mobility_macro%20trend_pic2.png" style="BORDER:0px solid;" />
Brexit e sicurezza stradale: un capitolo aperto e pericolosoBrexit e sicurezza stradale: un capitolo aperto e pericolosoNormativa stradalehttps://www.sicurstrada.it/focus/brexit-e-sicurezza-stradale-un-capitolo-aperto-e-pericoloso​Nell'approfondimento dell'European Transport Safety Council l'analisi dell'impatto sulla sicurezza stradale delle nuove relazioni tra Unione Europea e Regno Unito.29/01/2021 14:30:19022804Nell'approfondimento dell'European Transport Safety Council, network europeo di cui Fondazione Unipolis con sicurstrada è membro dal 2020, l'analisi dell'impatto sulla sicurezza aspx478htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/brexit_sicurezza%20stradale.png" style="BORDER:0px solid;" />
Mobilità sostenibile: presentata la nuova strategia europeaMobilità sostenibile: presentata la nuova strategia europeaMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/mobilità-sostenibile-presentata-la-nuova-strategia-europeaUna trasformazione fondamentale dei trasporti: la Commissione europea presenta il suo piano per una mobilità verde, intelligente e a prezzi accessibili.25/01/2021 12:02:20022803 trasformazione fondamentale dei trasporti: la Commissione europea presenta il suo piano per una mobilità verde, intelligente e a prezzi accessibili I trasporti sono stati uno dei aspx588htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Sustainable%20and%20Smart%20Mobility%20Strategy_EU_dic2020.png" style="BORDER:0px solid;" />
Incidenti stradali: i dati preliminari 2020Incidenti stradali: i dati preliminari 2020Incidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/incidenti-stradali-i-dati-preliminari-2020Incidenti stradali: i dati preliminari 202021/01/2021 09:12:04022801Nel contesto della crisi sanitaria ed economica esplosa nel 2020, la mobilità e l'incidentalità stradale hanno subito cambiamenti radicali, con possibili effetti anche nel aspx554htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Istat_incidenti%20stradali_stima%202020.png" style="BORDER:0px solid;" />
La mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.La mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.Educazione alla mobilitàhttps://www.sicurstrada.it/focus/la-mobilità-che-cambia-nelle-idee-dei-ragazzi-di-o-r-aLa mobilità che cambia nelle idee dei ragazzi di O.R.A.16/02/2021 11:09:43022800Proseguono le attività laboratoriali delle studentesse e degli studenti del Progetto O.R.A. - Open Road Alliance Continuano gli appuntamenti con i laboratori virtuali del Progetto aspx113htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_ora.png" style="BORDER:0px solid;" />
Il quarto rapporto nazionale sulla sharing mobilityIl quarto rapporto nazionale sulla sharing mobilityMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/il-quarto-rapporto-nazionale-sulla-sharing-mobilityIl quarto rapporto nazionale sulla sharing mobility21/01/2021 15:35:23022802Arriva anche quest'anno l'appuntamento con la pubblicazione del Rapporto nazionale sulla sharing mobility Il Rapporto, giunto alla sua quarta edizione, rappresenta uno dei prodotti aspx103htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/quarto%20rapporto%20sharing%20mobility.png" style="BORDER:0px solid;" />
Monopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezzaMonopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezzaMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/monopattini-elettrici-in-europa-status-giuridico-utilizzo-e-sicurezzaMonopattini elettrici in Europa: legislazione, utilizzo e sicurezza15/10/2020 14:59:37022799Mobilità sostenibile ​SCARI​CA IL REPORT A partire dal contributo dei suoi membri, FERSI (Forum of European Road Safety Research Institutes) ha realizzato un rapporto aspx1305htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/monopattini_elettrici_fersi_escooters.png" style="BORDER:0px solid;" />
Disabilità e mobilità sostenibile: come sarà l'Italia del 2060Disabilità e mobilità sostenibile: come sarà l'Italia del 2060Mobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/disabilità-e-mobilità-sostenibile-come-sarà-litalia-del-2060La nuova ricerca di Fondazione Unipolis15/10/2020 14:53:38022798Mobilità sostenibile ​​scarica la ricer​ca Il nostro Paese sarà meno affollato (55 milioni di abitanti rispetto ai 60 milioni attuali, -10%) e caratterizzato da un invecchiamento aspx173htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_paradosso_mobilità.png" style="BORDER:0px solid;" />
Il paradosso della mobilitàIl paradosso della mobilitàMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/il-paradosso-della-mobilitàL'appuntamento di Unipolis e Sicurstrada per il Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS e la Settimana Europea della Mobilità 202018/09/2020 07:08:36022797La mobilità delle persone con disabilità al centro dell'incontro organizzato da Fondazione Unipolis per il Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS - Alleanza Italiana per lo aspx299htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Il%20paradosso%20della%20mobilità_unipolis_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" /><img alt="" src="/PublishingImages/focus/Il%20paradosso%20della%20mobilità_unipolis_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />