Ecosistema urbano: Trento capoluogo più green d’Italia, Catania ultima

Info

Mobilità sostenibile


Social media

​​​​Puntuale anche quest'anno è online il rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia dedicato alle performance dei capoluoghi italiani su 18 parametri raggruppati in 5 macroaree (acqua, ambiente, ​aria, mobilità e rifiuti). Così si scopre che è Trento, per la prima volta, a conquistare la testa della classifica. Sul podio anche Mantova e Bolzano. Ultima si piazza Catania, mentre Vibo Valentia e Siracusa restano fuori dalla classifica per insufficienza di dati forniti.

Per quanto riguarda la macroarea Mobilità, la ricerca analizza in particolare l'efficienza del trasporto pubblico locale, la presenza di piste ciclabili, il numero di veicoli motorizzati in circolazione (tasso di motorizzazione) e l'incidentalità stradale. Così, lasciando da parte i dati di Venezia per evidente conformazione del territorio, emerge che Milano, Genova e Roma sono le città con il numero più elevato di passeggeri del trasporto pubblico; mentre Vibo Valentia, Sondrio e Caltanissetta sono le città che fanno registrare i numeri meno elevati. Dopo Venezia, Genova è il capoluogo con il numero più basso di veicoli (47 ogni 100 abitanti), mentre L'Aquila quello con il più alto (77 ogni 100 abitanti). Reggio Emilia stacca tutte le altre ed è la città con il numero più elevato di mq di piste ciclabli ogni 100 abitanti (43 mq). Dal punto di vista dell'incidentalità stradale, qui analizzata solo mar​ginalmente, rispetto al più completo rapporto ACI-Istat, dallo studio emerge che Benevento, Catanzaro, Isernia e Napoli solo le città con il numero più basso di morti e feriti ogni 1000 abitanti (in media 3). Bergamo ultima in classifica con quasi 10 tra morti e feriti ogni 1000 abitanti.

Entrando nel merito della ricerca, ecco le città più virtuose in base a ciascuno dei 18 parametri analizzati. 

ACQUA

  1. Consumi idrici domestici: 1^ Trapani con 94 l per abitante ogni giorno
  2. Dispersione della rete idrica: 1^ Pordenone con 12 l dispersi ogni 100 immessi
  3. Capacità di depurazione: sono 15 le città con una percentuale del 100% di depurazione. Eccole: Aosta, Avellino, Bolzano, Cosenza, Lecco, Livorno, Milano, Monza, Nuoro, Potenza, Salerno, Sondrio, Teramo

AMBIENTE

  1. Isole pedonali: 1^ Lucca con 7 mq di isole pedonali per abitante
  2. Alberi: 1^ Modena con 108 alberi ogni 100 abitanti
  3. Verde urbano: 1^ Matera con 997 mq di verde urbano per abitante
  4. Solare termico e fotovoltaico: 1^ Padova con 30 kw per abitante
  5. Uso efficiente del suolo: 1^ Milano con 10 punti su una scala 0-10 per trend di consumo di suolo e livello di urbanizzazione rispetto al numero di residenti​

ARIA

  1. Biossido di azoto: 1^ Enna con la concentrazione media più bassa di NO2 (3,2 Ug ogni mc)
  2. Pm10: 1^ Massa con la concentrazione media più bassa (14 Ug ogni mc)
  3. Ozono: sono 14 le città in cui non c'è stato un solo giorno in cui si è superata la media mobile sulle 8 ore di 120 ug per mc. Eccole: Caltanissetta, Chieti, Latina, Macerata, Messina, Nuoro, Palermo, Prato, Ragusa, Reggio Calabria, Salerno, Teramo, Vibo Valentia, Viterbo

MOBILITÀ

  1. Passeggeri del trasporto pubblico: 1^ Venezia con 695 passeggeri annui per abitante
  2. Offerta del trasporto pubblico: 1^ Milano con 86 chilometri percorsi annualmente dal complesso delle vetture divisi per abitanti (km-vettura/abitante/anno)
  3. Tasso di motorizzazione: 1^ Venezia con il numero più basso di auto per 100 abitanti (43)
  4. Incidenti stradali: 1^ e più virtuosa Benevento con 2,6 morti e feriti ogni 1000 abitanti
  5. Piste ciclabili: 1^ Reggio Emilia con 43 metri quadri di piste ciclabili ogni 100 abitanti

RIFIUTI

  1. Produzione di rifiuti urbani pro capite: 1^ Potenza con il numero più basso di rifiuti prodotti da ogni abitante (371 kg)
  2. Raccolta differenziata: 1^ Ferrara con l'86% di ​rifiuti differenziati

 

Foto di Franco Visintainer - Own work, CC BY-SA 3.0