Strade e veicoli interconnessi migliorano la sicurezza e il traffico

Info

Mobilità futura

​Link utili



Social media

​“La protezione degli utenti deboli avviene con misure che agiscono su diversi livelli: principalmente con interventi sull'infrastruttura, con la regolazione del traffico e con l'uso di tecnologie". Con queste parole Francesco Paolo Deflorio, ricercatore del Politecnico di Torino dove si occupa di tecniche del traffico e della sicurezza stradale, immagina la nuova mobilità.

  • Lo sviluppo della tecnologia sta producendo innovazioni nella mobilità stradale, sotto diversi punti di vista: dalle infrastrutture ai sistemi di guida. Nel dossier sulle nuove frontiere della mobilità emerge infatti un quadro complesso e articolato di quanto si sta facendo e si progetta di fare. Secondo lei quali sono le più significative e come possono riguardare anche la sicurezza?

Il tema è di grande attualità, considerando che il mercato della realizzazione di nuove infrastrutture sta migrando verso una maggiore attenzione a manutenzione ed adeguamento tecnologico, per rendere le infrastrutture stradali interconnesse nel'ottica dei “sistemi di trasporto intelligenti" (ITS). Inoltre il recente sviluppo delle tecnologie ADAS (Advanced driver assistance systems), presenti in misura sempre maggiore su numerosi modelli di automobili disponibili nel mercato, sta rafforzando la migrazione verso l'approccio di ITS. In alcuni casi di infrastrutture, gli interventi si stanno già facendo da tempo: questi risultano efficaci se esiste una dotazione minima di sistemi di monitoraggio e d'informazione, anche al fine di rilevare in automatico le anomalie. La valutazione, sia sulle infrastrutture sia sui veicoli, è stata ed è ancora oggetto di numerosi progetti di ricerca. I risultati sulla sicurezza sono promettenti, ma devono essere valutati caso per caso con riferimento ai diversi scenari possibili. Probabilmente, le scatole nere previste dal 2015/16 saranno un passo verso l'integrazione tra le strade in logica ITS ed il veicolo, finora poco interconnesso con la rete che usa.

  • In particolare per ciò che riguarda la sicurezza di pedoni e ciclisti?

La protezione degli utenti deboli avviene con misure che agiscono su diversi livelli: principalmente con interventi sull'infrastruttura, con la regolazione del traffico e con l'uso di tecnologie.

  • Parliamo di auto elettriche. La ricerca in questo settore sta delineando un futuro libero dal petrolio. Ma a che punto siamo?

Gli obiettivi dell'Unione Europea sono orientati verso la maggiore indipendenza dal petrolio; l'auto elettrica è una strada, non necessariamente, né sempre la più congruente con le aspettative dell'utenza, ma comunque adatta per gli spostamenti urbani. Per rimuovere alcuni limiti attuali dei veicoli elettrici sono in corso numerosi progetti di ricerca già finanziati nell'ambito di FP7 ed in corso di presentazione in H2020. Ad esempio, come gruppo di ricerca dell'area di Ingegneria dei Trasporti al Politecnico di Torino siamo coinvolti in un progetto di ricerca (eCo-FEV) che ha proprio l'obiettivo di sviluppare e valutare sistemi e servizi per rendere l'auto elettrica più appetibile per l'utenza.

  • Per quanto riguarda le strade, in futuro  saranno percorse da auto senza guidatore, e verranno sviluppati dispositivi sempre più affidabili per regolare i flussi stradali, evitando la maggior parte degli ingorghi e, forse, degli incidenti? 

Già oggi sono state autorizzate negli Stati ​Uniti forme sperimentali di guida senza intervento del conducente; è difficile prevedere in modo attendibile scenari con orizzonte di 10 anni, considerando la velocità di sviluppo delle tecnologie che riguardano il settore. La regolazione del traffico si avvale ormai da anni di sistemi e metodi che tentano di mitigare gli effetti negativi della congestione e sul mercato ci sono prodotti, più o meno complessi che, a vari livelli, assicurano una gestione efficace ed efficiente. Cito ad esempio, il caso di Torino che con il sistema 5T ha implementato in modo esteso strategie di gestione integrate, le quali fondono informazioni provenienti da sensori automatici di conteggio e modelli matematici per la stima ed il controllo dei flussi di traffico. Di sicuro, i sistemi di regolazione potranno cambiare per adeguarsi all'evoluzione delle tecnologie disponibili. Si pensi ad esempio ai sistemi di suggerimento della velocità in avvicinamento alle intersezioni semaforizzate, che usano sistemi di comunicazione fra veicolo e infrastruttura. Il veicolo con guida automatica è un passo ulteriore in questa direzione. Infatti, vi sono già prototipi di questa tipologia di veicoli, testati sia su lunghi percorsi che in ambienti cittadini.

  • Dopo gli scenari, fin qui descritti, terminiamo con una riflessione sull'impatto ambientale, sociale e in termini di sicurezza delle nuove tecnologie applicate alla mobilità?

Le stime degli impatti sono sempre operazioni delicate che, per essere considerate affidabili, richiedono dati, metodi e strumenti tipici dell'ingegneria dei sistemi di Trasporto. La SIDT (Società Italiana Docenti di Trasporti) ha da poco redatto un documento (position paper) – Cambiamenti climatici e futuro del trasporto urbano – in cui si richiamano ed estendono i concetti esposti, ed è stato presentato a Roma il 2 ottobre scorso in occasione del convegno annuale. Mi permetto di rimandare a questo documento.



Info

Mobilità futura

Social media

 

 

Il paradosso della mobilitàIl paradosso della mobilitàMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/il-paradosso-della-mobilitàL'appuntamento di Unipolis e Sicurstrada per il Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS e la Settimana Europea della Mobilità 202024/07/2020 09:19:00018545Il diritto negato alla mobilità sostenibile per le persone con disabilità si aggraverà nel 2060 se l'Italia non sceglierà con decisione la via dello sviluppo sostenibile aspx13htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/emw2020_unipolis_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
Meno morti sulle strade nel 2019Meno morti sulle strade nel 2019Incidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/meno-morti-sulle-strade-nel-2019Il report ACI-ISTAT sugli incidenti stradali in Italia nel 201923/07/2020 14:07:25018498Nel 2019 diminuiscono del 4,8% le vittime sulle strade italiane, in calo anche incidenti e feriti Aumentano le vittime fra i ciclisti e i motociclisti Fra gli under 24 e gli over 85 aspx254htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/bici_aci_istat_sicurstrada_unipolis_incidenti_stradali_2020.png" style="BORDER:0px solid;" />
Il calo senza precedenti dei morti su strada in Europa durante il lockdownIl calo senza precedenti dei morti su strada in Europa durante il lockdownIncidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/il-calo-senza-precedenti-dei-morti-su-strada-in-europa-durante-il-lockdownLa più alta riduzione dei decessi su strada in Europa è stata registrata in Italia (84%)09/07/2020 10:51:21018341A partire dal lavoro dell'ETSC, l'European Transport Safety Council, di cui Fondazione Unipolis è membro, abbiamo monitorato e segnalato periodicamente articoli, report, analisi aspx231htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_etsc_coronavirus_incidenti_europe.png" style="BORDER:0px solid;" />
Sicurezza stradale: ecco i Paesi che hanno fatto meglio nel 2019Sicurezza stradale: ecco i Paesi che hanno fatto meglio nel 2019Incidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/sicurezza-stradale-i-paesi-baltici-hanno-fatto-i-progressi-miglioriConsegnato il PIN Award 2020 dell'ETSC per le migliori performance dei Paesi europei in termini di sicurezza stradale 18/06/2020 07:16:28016083Anche quest'anno l'European Transport Safety Council (ETSC), dopo aver analizzato le performance dei Paesi europei in termini di sicurezza stradale, ha premiato il Paese che aspx271htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/etsc_pin_award_2020_estonia.png" style="BORDER:0px solid;" />
Mobilità e sicurezza stradale durante l'emergenza CoronavirusMobilità e sicurezza stradale durante l'emergenza CoronavirusNormativa stradalehttps://www.sicurstrada.it/focus/la-sicurezza-stradale-nel-mondo-ai-tempi-del-coronavirusMonitoraggio italiano e straniero su politiche sulla sicurezza stradale e statistiche sull'incidentalità stradale durante l'emergenza Coronavirus01/06/2020 07:52:21010843 partire dal lavoro dell'ETSC, in questa pagina aggiornata periodicamente ​troverete segnalati articoli, report, analisi italiani e internazionali​ relativi a politiche sulla aspx1143htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurezza%20stradale_coronavirus_europa.png" style="BORDER:0px solid;" />
Sicurezza del trasporto merci su strada: il report dell'ETSCSicurezza del trasporto merci su strada: il report dell'ETSCIncidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/sicurezza-del-trasporto-merci-su-strada-il-report-delletscDati e proposte nel nuovo report dell'European Transport Safety Council 27/05/2020 10:34:44016582Standard di sicurezza più elevati per gli autocarri nuovi, accesso limitato ai camion nei centri urbani in base agli standard di sicurezza dei mezzi, protezione degli utenti aspx236htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/etsc_good%20vehicles_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
COVID ed elettrificazione accelerano il calo della produzione di motori a combustione COVID ed elettrificazione accelerano il calo della produzione di motori a combustioneMobilità futurahttps://www.sicurstrada.it/focus/covid-ed-elettrificazione-accelerano-il-calo-della-produzione-di-motoriL'analisi di Automotive World 21/05/2020 15:24:57016414Martin Kahl​ ha analizzato per il magazine Automotive World l'impatto della pandemia e quello del​la transizione verso l'elettrificazione sulla produzione dei motori a combustione aspx413htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/sicurstrada_covid19_motori_elettriche.png" style="BORDER:0px solid;" />
Bonus mobilità sostenibile: il testo integraleBonus mobilità sostenibile: il testo integraleMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/bonus-mobilità-sostenibile-il-testo-integraleIl testo integrale dell’articolo 205 del Decreto Rilancio18/05/2020 14:08:07016315 seguito il testo integrale dell’articolo 205 del Decreto Rilancio che contiene gli incentivi per la mobilità sostenible Misure per incentivare la mobilità sostenibile aspx335htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/bonsu%20mobilità_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
Intesa Mit e Mid per sviluppare veicoli a guida autonomaIntesa Mit e Mid per sviluppare veicoli a guida autonomaMobilità futurahttps://www.sicurstrada.it/focus/intesa-mit-e-mid-per-sviluppare-veicoli-a-guida-autonomaFirmato un protocollo d'intesa dalle Ministre De Micheli e Pisano19/05/2020 12:53:56016330Sviluppo della mobilità innovativa attraverso la ricerca e la sperimentazione di veicoli a guida autonoma e connessa Questo l'oggetto del protocollo di intesa sottoscritto il 15 aspx523htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/auto%20autonome_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
Bicicletta con pedalata assistita: quello che c'è da sapereBicicletta con pedalata assistita: quello che c'è da sapereMobilità sostenibilehttps://www.sicurstrada.it/focus/cose-da-sapere-per-acquistare-una-bicicletta-con-pedalata-assistitaConsigli utili prima di affrontare l'acquisto18/05/2020 14:07:19016323Le biciclette con pedalata assistita (chiamate anche pedelec, da pedal electric cycle, nel gergo tecnico) sono biciclette sul cui telaio è montato un motore elettrico che può aspx349htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/pedalata%20assistita_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" />
Incidentalità stradale in Italia ai tempi del CoronavirusIncidentalità stradale in Italia ai tempi del CoronavirusIncidenti stradalihttps://www.sicurstrada.it/focus/incidentalità-stradale-in-italia-ai-tempi-del-coronavirusIncidentalità stradale in Italia ai tempi del Coronavirus30/03/2020 08:41:59010842C'era da aspettarselo, viste le profonde limitazioni alla mobilità per i cittadini italiani, e i dati raccolti da ASAPS​ (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale aspx1007htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Sicurstrada_incidenti%20stradali%20italia_coronavirus.png" style="BORDER:0px solid;" />
Progetto O.R.A. al via: sono 133 le classi partecipantiProgetto O.R.A. al via: sono 133 le classi partecipantiEducazione alla mobilitàhttps://www.sicurstrada.it/focus/progetto-o-r-a-al-via-ecco-le-classi-partecipantiProgetto O.R.A. al via: sono 130 le classi partecipanti27/05/2020 10:36:11010841L'elenco delle classi partecipanti Il regol​amento Inizia ufficialmente in 133 classi di 77 scuole italiane O.R.A. – Open Road Alliance, il progetto di Fondazione Unipolis e aspx1289htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/focus/Progetto%20ORA_sicurstrada.png" style="BORDER:0px solid;" /><img alt="" src="/PublishingImages/focus/ora_progetto_unipolis.png" style="BORDER:0px solid;" />